▫️ L'Organizzazione Passiva ▫️

(e quella Attiva)

Oggi sul mio Blog personale ho pubblicato un articolo intitolato nel quale parlo della sostanziale differenza tra Organizzazione Attiva e Passiva e dell'aspetto dinamico dell' Organizzazione Attiva.


Non parlo di differenze strumentali o tecniche quanto più di approccio, di mentalità.


In questo articolo ti vorrei parlare di Organizzazione passiva, per una visione completa del tema ti invito a leggere anche "L'Organizzazione Attiva" sul mio sito.




Ma che cos'è l'Organizzazione Passiva?

E’ quel tipo di organizzazione imposta (o autimposta) che si subisce passivamente. Qualcosa che non si sceglie con consapevolezza ma:


  1. O ci sente costretti ad adottare per adempiere ad obblighi normativi. Pensiamo ad esempio alla norma ISO 9001:2015 sulla Qualità. Norma non obbligatoria ma che moltissime aziende decidono di adottare solo ed esclusivamente per aumentare il loro valore percepito o per poter acquisire maggior punteggio in bandi e gare d'appalto. Una mole epica di lavoro che non serve a niente e a nessuno, prodotta solo per avere un certificato da appendere in ufficio e un bollino sulla carta intestata. Ci sono molte aziende che credono nella filosofia che sta alla base di questa norma, e applicano con consapevolezza e impegno gli strumenti che la compongono, traendo dalla sua applicazione effettivo beneficio, ma non sono tutte così virtuose...;

  2. O perché tutti utilizzano un determinato metodo o strumento organizzativo e "allora lo uso anche io” senza indagare se effettivamente è quello che fa per me oppure no. Questo è un grave errore perché se si adotta uno strumento che non è quello giusto per le proprie caratteristiche ed esigenze, si creano più danni che profitti e lo si abbandona 3 giorni dopo senza aver migliorato la propria situazione organizzativa. Io per esempio li ho provati tutti (GTD, "metodo Formisano", "metodo Heppell", bullet journal, tecnica del pomodoro, liste, calendari elettronici, agenda cartacea, mappatura di processi e procedure, check list, to do list ecc. ecc.) prima di capire di cosa avevo realmente bisogno per essere sufficientemente organizzata (un buon mix di molti metodi e strumenti);

  3. Oppure perché si lavora in un team e bisogna adeguare le proprie esigenze organizzative a quelle delle altre persone (e non sempre è facile farlo). In BusinessFly fin dall'inizio abbiamo discusso di come organizzarci al meglio per dare un servizio efficiente ed efficace. Abbiamo optato per l'Organizzazione Attiva. Il nostro sistema organizzativo è un organismo vivente che sta crescendo e si sta sviluppando insieme alla nostra attività. Per garantire ad ognuna la soddisfazione delle proprie esigenze organizzative abbiamo deciso di lavorarci insieme;

  4. Oppure perché si pensa che non sia necessario adeguare periodicamente i propri sistemi organizzativi (procedure, check list, modelli, strumenti) e li si mantiene invariati nel tempo (parlo di sistematizzazione della tua attività a questo link). E' come se si utilizzasse ancora il treno a vapore per viaggiare...


Perché è importante distinguere l'organizzazione passiva da quella attiva


Perché nelle persone "passivamente organizzate" trovi stress, frustrazione, bassi livelli di produttività, enorme spreco di tempo ed energie che possono essere indirizzati meglio. Oltre al fatto che una cattiva organizzazione rende le persone più propense a commettere errori, quindi NON professionali.


L'organizzazione e la base della tua attività. Sono le radici della tua professionalità. Se le radici non vengono curate la pianta soffre. Lo stesso vale per la tua professione se non curi la tua organizzazione con assiduità.

Questo è il momento giusto per ripensare alla tua organizzazione. Sfrutta l'occasione per chiederti se gli strumenti che utilizzi ti sono davvero utili e se sono quelli giusti per te, se i tuoi sistemi sono ben ordinati e facili da gestire.


Mi permetto di darti un consiglio: Se ci impieghi più di un minuto per trovare un documento, per gestirlo o archiviarlo, c'è qualcosa che no va... Se non riesci a portare a termine gli obiettivi che ti sei prefissato c'è qualcosa che non va...


E tu che tipo di "organizzato" sei? Passivo o Attivo? Se vuoi confrontarti con me ti ricordo che hai a disposizione un'ora di consulenza gratuita passando dal sito www.posso.it


Ti aspetto!

Maria Luana

34 visualizzazioni

Contatti

c/o Ecoworking

Località Torrent de Maillod 15

11020 Quart (AO)

noi@businessfly.it

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale

© 2020 by BusinessFly

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now